Confcommercio su "Reverse charge": bene bocciatura Ue, ora scongiurare clausole di salvaguardia

Confcommercio su "Reverse charge": bene bocciatura Ue, ora scongiurare clausole di salvaguardia

DateFormat

25 maggio 2015
88/2015

 

88/15
Roma, 22 maggio 2015

 

 

Confcommercio esprime soddisfazione per la mancata autorizzazione all'Italia sull'introduzione del ‘reverse charge' nei rapporti tra gdo alimentare e i propri fornitori. Occorre ora però scongiurare l'attivazione della clausola di salvaguardia che porterebbe all'incremento dell'accise sulla benzina e sul gasolio. Tali risorse devono essere reperite attraverso tagli di spesa pubblica  improduttiva e non attraverso nuovi incrementi di imposta.

Questo il commento di Confcommercio alla decisione annunciata oggi dalla Commissione europea di bocciatura del reverse charge sull'Iva introdotto dal governo con la legge di stabilita' 2015.

 

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca