Conftrasporto: "la mini Tav un buon punto di partenza ma occorrono garanzie"

Conftrasporto: "la mini Tav un buon punto di partenza ma occorrono garanzie"

DateFormat

25 febbraio 2019

 

Roma, 25 febbraio 2019

Il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè interviene sulla mini-Tav annunciata oggi dal sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Edoardo Rixi, apprezzando la notizia come un punto di partenza, ma chiedendo garanzie per il futuro.
"La proposta del viceministro Rixi può essere un punto di partenza, se si consce quello di arrivo – dichiara Uggè -  Non devo ricordare io al vice ministro come l'opera abbia una valenza internazionale e veda coinvolte Francia e Unione Europea che sostengono il 70% dei finanziamenti dell'infrastruttura".
"Conftrasporto non può che ribadire la necessità per l'economia europea, e quindi italiana, della realizzazione della Tav, ma nel mettersi a disposizione ritiene necessario un incontro che dica con certezza se gli appalti saranno assegnati nei tempi  previsti e soprattutto chiarisca con quali tempi intenda muoversi il Governo", prosegue Uggè. Che conclude: "I tempi delle incertezze debbono finire. L'economia italiana chiede la fine della fase delle incertezze sulle opere e l'avvio rapido di quanto necessario". 

 

 

Info:
Laura Ferretto
Addetto stampa Conftrasporto-Confcommercio
cell. 342.8584814

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca