Confcommercio: "Bene estensione incentivo 'Resto al Sud' al commercio"

Confcommercio: "Bene estensione incentivo 'Resto al Sud' al commercio"

Approvato un emendamento al decreto legge Infrastrutture, per inserire il commercio tra le attività per cui possono essere richieste le agevolazioni di “Resto al Sud”.

DateFormat

27 ottobre 2021

"Bene l’estensione al settore del commercio dell’incentivo ‘Resto al Sud’, è una buona scelta nel segno della ripresa e della resilienza". Confcommercio commenta l’approvazione, avvenuta ieri alla Camera nel corso dell’iter di conversione in legge del decreto legge “Infrastrutture”, dell’emendamento con cui si procede all’inserimento del commercio tra le attività per cui possono essere richieste le agevolazioni di “Resto al Sud”.

 

"Giusta l’attenzione riservata al tema - prosegue la nota -  dal Governo, a partire dalla Ministra Mara Carfagna, e dal Parlamento. Si tratta, infatti, di un aiuto concreto (contributo a fondo perduto e finanziamento bancario garantito a tasso zero) per i soggetti compresi tra i 18 ed i 55 anni che - in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, nelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e del 2017 ed in alcuni comuni localizzati in isole minori del Centro-Nord - scelgano di avviare un’attività imprenditoriale o professionale".

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca