Confcommercio Roma: "dal 'tavolo' impulso positivo per la Capitale"

Il commissario Renato Borghi esprime apprezzamento per i risultati dell'iniziativa promossa dal ministro Calenda: "i protocolli firmati contribuiranno sicuramente a dare nuovo slancio al tessuto economico e occupazionale di Roma Capitale''. Pasqua da tutto esaurito per i ristoranti romani.

''Esprimo il mio apprezzamento per gli  esiti del Tavolo per Roma e per non aver disperso il proficuo lavoro  di questi mesi. I protocolli firmati contribuiranno sicuramente a dare nuovo slancio al tessuto economico e occupazionale di Roma Capitale''. È quanto dichiarato dal Commissario di Confcommercio Roma,  Renato Borghi, dopo la presentazione al Ministero dello Sviluppo economico di 10 progetti operativi per Roma Capitale, che si sviluppano su cinque pilastri per il rilancio produttivo della città: competitività e innovazione; energia e mobilità sostenibile; turismo; riqualificazione urbana ed una serie di interventi settoriali per favorire produzione e lavoro. ''In particolare, le misure che vanno ad incrementare l'accesso al credito e l'avvio di start up innovative  rafforzeranno il nostro territorio come luogo di sviluppo delle Pmi  così come le risorse che andranno ad incrementare l'attività del  Convention Bureau daranno impulso ad un'ulteriore crescita del turismo congressuale, che consideriamo un asset fondamentale su cui puntare  per il futuro della Capitale. Oltre a ciò - prosegue Borghi - pari importanza riveste il  programma di implementazione delle telecamere per la video  sorveglianza per garantire ancora maggiore sicurezza a cittadini e  turisti''.

 

Pasqua da "tutto esaurito" per i ristoranti a Roma  

Sempre più romani trascorreranno il giorno di Pasqua, ma soprattutto la Pasquetta, fuori casa: sono infatti in aumento del +7% i ristoranti del centro e delle zone turistiche nei pressi di Roma che già fanno registrare il tutto esaurito, con una previsione di spesa per famiglia di circa 80 euro, tendenzialmente il linea con lo scorso anno. Per chi invece ha deciso di trascorrere in casa le festività è in aumento la spesa per i prodotti biologici (+5%) mentre resta stabile la vendita dei prodotti dolciari (uova di Pasqua +2%, colombe +3%, con un boom per i prodotti dolciari artigianali +10%), ed una decisa contrazione invece per le vendite di carni con -5%. Lo comunica in una nota Confcommercio Roma. ''Analizzando le previsioni dei consumi - spiega il direttore di Confcommercio Roma Pietro Farina - le festività pasquali che ci apprestiamo a vivere saranno ancora una volta all'insegna della tradizione, con i romani che ormai da anni continuano a preferire il pranzo fuori casa approfittando magari del bel tempo. Chi invece ha scelto di festeggiare tra le mura domestiche non farà comunque a meno dei prodotti tipici della Pasqua anche se un dato da sottolineare, che indica un chiaro cambio nelle abitudini, è quello che ormai da anni vede la contrazione delle vendite di carni, in particolare il classico agnello del periodo pasquale''.

22 marzo 2018