Argomenti: Articolo 

Confcommercio su vendite al dettaglio: "Consumi molto deboli"

"E' un dato che, in linea con le indicazioni del nostro ICC, conferma la debolezza della domanda delle famiglie". E' il commento dell'Ufficio Studi di Confcommercio alle rilevazioni sulle vendite al dettaglio di ottobre diffuse dall'Istat. "Le incertezze sulle prospettive economiche ed i segnali di rallentamento del mercato del lavoro - continua la nota -  stanno determinando, ormai da mesi, comportamenti molto prudenti in materia di scelte di consumo. Nella media dei primi dieci mesi il valore delle vendite è, infatti, sostanzialmente invariato rispetto a quanto rilevato nello stesso periodo del 2017 e, pertanto, tenendo conto della variazione dei prezzi, la spesa reale mostrerebbe una dinamica negativa". "Nel complesso  - prosegue l'Uffcio Studi - al di là delle oscillazioni mensili, il fragile profilo dei consumi colpisce tutte le formule e i formati distributivi, salvo i discount e il commercio elettronico. La situazione peggiore si riscontra per le piccole imprese, in particolare nell'area del non alimentare".

 

07 dicembre 2018