Confcommercio su vendite al dettaglio: "lavori in corso" per la ripresa

Isolate e sconsiderate le richieste di riduzione dei prezzi116/2009

Confcommercio su vendite al dettaglio: "lavori in corso" per la ripresa

DateFormat

25 novembre 2009
116/09

 

 

 

116/09
Roma, 25.11.09

 

Isolate e sconsiderate le richieste di riduzione dei prezzi

 

CONFCOMMERCIO SU VENDITE AL DETTAGLIO:

“LAVORI IN CORSO” PER LA RIPRESA

 

 

 

Una tendenza alla stabilizzazione della domanda delle famiglie che conferma l’avvio di una lenta uscita dalla crisi e l’inizio di una fase di ripresa dei consumi. Quadro che, peraltro, trova riscontro anche nel miglioramento registrato a novembre dal clima di fiducia delle famiglie, evidenza che porta a concludere che i consumi entreranno nel 2010 con un tasso di variazione finalmente positivo: questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio ai dati diffusi oggi dall’Istat sulle vendite al dettaglio.

 

In particolare - prosegue la nota - il moderato miglioramento delle dinamiche rispetto a quanto registrato nella prima parte dell’anno sembra coinvolgere in modo non omogeneo i diversi segmenti della domanda con il permanere di una situazione fortemente critica per l’abbigliamento e le calzature.

 

Riguardo ai “consigli” provenienti da alcune, fortunatamente isolate, associazioni dei consumatori di abbassare i prezzi per fare più affari, è opportuno ricordare che il commercio, settore già liberalizzato e ampiamente concorrenziale – si ricorda che il 2008 ha chiuso con oltre 20mila esercizi al dettaglio in meno - rappresenta soltanto l’ultimo passaggio di una rete di relazioni economiche e che quindi non può essere accusato di generare tensioni inflazionistiche. Esse peraltro, risultano inesistenti, dal momento che il dato congiunturale sui prezzi al consumo di settembre è nullo e quello di ottobre addirittura negativo.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca