Argomenti: Articolo 

Brennero, Conftrasporto a Toninelli: "Sovratassa in risposta ai divieti dell'Austria"

"Contingentamenti al Brennero sempre più aspri: finalmente quanto sosteniamo da tempo viene alla luce". Il vicepresidente nazionale di Confcommercio e di Conftrasporto Paolo Uggè commenta così le dichiarazioni rese oggi dal presidente di Assoimprenditori dell'Alto Adige, che vede nelle ulteriori misure annunciate dal Tirolo a partire dal 1° ottobre 2019 e dal 1° gennaio 2020, divieti che hanno effetto (negativo) solo sulla concorrenza, ma non sull'ambiente."Ma quale operazione ambientale? L'Austria ha da sempre avuto l'obiettivo di ostacolare il passaggio delle merci trasformate o prodotte in Italia - afferma Uggè - Sconfitta nel 2004 per il sistema degli eco punti, costretta dalla Corte di giustizia europea a far marcia indietro, l'Austria continua a introdurre divieti". "Il problema sono i tempi di intervento della Corte, che di fatto consente la penalizzazione dei prodotti nazionali e dei relativi trasporti - aggiunge il vicepresidente di Confcommercio – Apprezziamo la lettera congiunta del nostro ministro dei Trasporti e di quello tedesco, che invocano il principio della libera circolazione in Ue, ma Toninelli deve accelerare e introdurre subito un sovra pedaggio per chi entra dal confine austriaco per tutti. Solo così la reazione di tutti i paesi europei interessati sveglierà gli eurocrati dormienti che ci lasciano in difficoltà".

 

"Con il problema dei migranti può venire meno il principio di solidarietà e si consente a Paesi europei di rifiutare di accogliere gli immigranti con prese di posizioni immediate - aggiunge Uggè - mentre con l'Austria non si segue la medesima procedura".

 

"Ministro, si attivi lei a difesa del sistema italiano per la chiusura del Brennero o i tempi di attesa saranno eterni", è l'appello conclusivo del vicepresidente di Confcommercio-Conftrasporto.

28 giugno 2019