Lombardia, "bene la firma del 'Patto per l'Autonomia'"

Per Carlo Sangalli, presidente della Confcommercio regionale, si tratta di "un primo passo verso l'obiettivo di un maggior equilibrio dei trasferimenti delle risorse lombarde allo Stato".

"La firma per il 'Patto per l'Autonomia', annunciata dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, è un primo passo verso l'obiettivo di un maggior equilibrio dei trasferimenti delle risorse lombarde allo Stato. E' importante che la richiesta di autonomia si traduca in minor pressione fiscale, maggiori incentivi per imprese e famiglie e potenziamento di infrastrutture strategiche come Malpensa". Così Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio Lombardia, che ha partecipato alla presentazione del Rapporto di fine legislatura. Sangalli ha sottolineato inoltre il "rapporto costruttivo di collaborazione tra Regione e sistema imprenditoriale". "In questi ultimi anni - ha spiegato - sono state giocate partite molto difficili come il ritorno alla crescita economica e la sfida di Expo. Ma grazie allo spirito di squadra tra la Regione, le altre istituzioni e il mondo imprenditoriale, sono stati raggiunti risultati obiettivamente rilevanti". "Oggi la partita di Ema, l'Agenzia Europea per il Farmaco, è ancora aperta. Anche il mondo delle imprese è al fianco di Comune, Regione e Governo, ed è deciso ad andare fino in fondo perché siano riconosciute le buone ragioni di Milano e del nostro Paese. Siamo in zona Cesarini – ha concluso Sangalli - ma si può ancora fare goal e portare l'Ema nella nostra città".

26 febbraio 2018