Per i veicoli commerciali un 2020 molto negativo - Asset Display Page

Per i veicoli commerciali un 2020 molto negativo

Nonostante il risultato di novembre (+10% di nuove immatricolazioni), secondo l'Unrae l'anno chiuderà in forte flessione. Crisci: "inevitabili i riflessi sul necessario processo di rinnovo di un parco circolante molto anziano".

DateFormat

15 dicembre 2020

Secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Unrae, le immatricolazioni di autocarri fino a 3,5 tonnellate nel mese di novembre sono state 18.187 rispetto alle 16.540 dello stesso periodo 2019, con una crescita del 10%. Nel cumulato dei primi undici mesi la flessione si attesta comunque sul 15,6% con 142.310 veicoli complessivamente immatricolati, oltre 26mila unità in meno rispetto alle 168.642 del gennaio-novembre 2019.

“Il risultato del mese – afferma il presidente Unrae, Michele Crisciconferma la nostra stima di un mercato 2020 in calo di quasi il 14% a circa 163.000 veicoli commerciali immatricolati, con una perdita di oltre 25.000 unità rispetto al 2019”.  “Nonostante l’incremento dell’e-commerce e delle consegne a domicilio che hanno fornito un contributo alla domanda dei veicoli commerciali leggeri, la flessione in termini annui resta consistente e in doppia cifra. Una contrazione così sostenuta del mercato dei veicoli da lavoro continuerà inevitabilmente a rallentare il necessario processo di rinnovo del nostro parco circolante ancora molto anziano che, ai ritmi attuali, impiegherebbe 24 anni per essere interamente sostituito”.

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca