Innovazione, servizi, professioni e utilities

Innovazione, servizi, professioni e utilities

DateFormat

7 ottobre 2004
Innovazione, servizi, professioni e utilities

Innovazione, servizi, professioni e utilities

 

Insieme al commercio ed al turismo, quella dei servizi è la terza “storica” area di rappresentanza di Confcommercio, con oltre 80 mila imprese aderenti.

La progressiva evoluzione del mercato, con il suo portato di specializzazione e di innovazione tecnologica, ha condotto ad una rapida dilatazione dei confini di tale universo associativo, che oggi, così, comprende al suo interno un vasto insieme di componenti imprenditoriali, tra le quali quelle collegate al mondo delle professioni, o quelle recentemente sviluppatesi nei settori dell’informatica e delle telecomunicazioni.

La parallela, crescente liberalizzazione del mercato ha moltiplicato le opportunità di sviluppo nello stesso comparto delle utilities, anch’esso specificamente valorizzato da Confcommercio, sempre più impegnata nella diffusione di iniziative e strumenti ad hoc per incrementare il potere d’acquisto delle imprese rappresentate, segnatamente in riferimento al settore energetico.

 

Tra le attività sviluppate da Confcommercio sul fronte dei servizi alle imprese e alle persone, si contano quelle collegate alla rappresentanza ed alla tutela delle imprese nei confronti delle Istituzioni governative, presso il Cnel, l’Istat e la Commissione europea. Costante l’impegno collegato al  monitoraggio del quadro normativo del settore nel suo insieme, e  delle sue dinamiche economiche, cui si accompagna una periodica attività di approfondimento di particolari tematiche, effettuata tramite la realizzazione di apposite indagini e ricerche. Pieno il supporto tecnico, informativo ed organizzativo offerto al sistema associativo, cui sono destinati anche progetti specifici mirati all’affermazione ed alla crescita del settore e delle sue diverse componenti.

 

Sul versante dell’innovazione tecnologica, l’attività di Confcommercio è incentrata sull’analisi degli aspetti, nazionali ed europei, collegati alla diffusione della cultura informatica e digitale; alla Società dell’informazione e allo sviluppo delle relative tecnologie; alle problematiche relative all’utilizzo di Internet da parte delle imprese; al finanziamento per lo sviluppo imprenditoriale in tali ambiti operativi, allo sviluppo di un commercio elettronico sicuro e corretto. Materie sulle quali è costante l’assistenza tecnico-informativa resa al sistema, che beneficia anche di progetti specifici per agevolare la diffusione di Internet da parte delle aziende e dei consumatori, d’intesa con Organismi nazionali e comunitari.

Il raccordo con le Istituzioni ricorre, più in generale, su tutta la materia dell’innovazione tecnologica, alimentando rapporti permanenti con la Commissione UE e con i Ministeri delle Attività produttive, per l’Innovazione e le tecnologie, delle Comunicazioni.

 

Analoga attenzione viene riservata al settore delle Telecomunicazioni, seguito da vicino sia in riferimento all’analisi ed interpretazione della normativa nazionale ed europea, sia per quanto riguarda la formulazione di specifiche proposte su aspetti legati alle politiche del settore – con particolare attenzione al fenomeno della convergenza tecnologica - quali il piano nazionale di ripartizione delle frequenze, la radiodiffusione sonora e televisiva anche in tecnica digitale, le reti multimediali. Costante, anche in tal caso, l’assistenza tecnico-informativa offerta al sistema associativo, reso partecipe di tutti gli sviluppi della materia in campo normativo e delle iniziative assunte in virtù dei rapporti intercorrenti con il Ministero delle Comunicazioni, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e le competenti Commissioni parlamentari.

 

La missione di Confcommercio nel settore delle utilities e, in particolare, dell’energia elettrica e del gas, è quella di favorire le imprese associate nell’accesso ai benefici derivanti dalla liberalizzazione del mercato, attraverso la promozione di iniziative finalizzate ad incrementare il potere di acquisto delle aziende associate, lo sviluppo di analisi aggiornate sulla normativa di riferimento e la conseguente formulazione di osservazioni e proposte al Governo e al Parlamento, il raccordo costante con il Ministero delle Attività produttive, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas e le competenti Commissioni di Camera e Senato. Obiettivo finale nel campo delle utilities, rafforzato dalla costituzione di un proprio gruppo d’acquisto, è quello di coadiuvare le imprese rappresentate ad intraprendere le necessarie azioni per ridurre i propri costi per l’approvvigionamento di energia elettrica e il gas e per far fronte alla complessità di un quadro regolatorio mutevole e spesso non coerente alle reali esigenze del sistema produttivo italiano.

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca